Roberta Gueli - Parco Giardino Sigurtà - Klasse Uno Network
LOADING

Podcast

Voci del Territorio

Roberta Gueli – Parco Giardino Sigurtà

Condividi su:

Voci del Territorio

Intervista a Roberta Gueli – Ufficio Stampa di Parco Giardino Sigurtà

Il Parco Giardino Sigurtà è un tesoro verde di 600mila metri quadri vicino a Verona e al Lago di Garda. All’interno del parco ci sono tanti punti di interesse come l’Eremo, il Castelletto, il grande tappetto erboso e per i più piccoli la fattoria didattica, la valle dei daini e molto altro.

Dopo una lunga storia iniziata il 14 maggio del 1407 con il patrizio Gerolamo Nicolò Contarini, quando il Parco Giardino Sigurtà aveva una funzione puramente agricola, nel 1616 si arriva al passaggio di proprietà dalla famiglia Guarienti alla famiglia Maffei i quali apportarono grandi e significativi cambiamenti.
La primavera del 1941 segnò l’inizio della proprietà da parte della famiglia Sigurtà.

Il Dottor Sigurtà iniziò la grandiosa opera di riqualificazione del parco e con l’irrigazione iniziò la trasformazione delle ormai aride colline moreniche della valle del Mincio, che tornarono ad accogliere la lussureggiante vegetazione ed assunsero aspetti d’impareggiabile bellezza. Lentamente emersero anche la maestosità di alcune piante secolari e migliaia di preziosi bossi cresciuti nel sottobosco.

Oggi i figli di Enzo, Magda e Giuseppe, continuano con dedizione a preservare e a far conoscere questo tesoro verde, proseguendo il lavoro svolto dagli antenati. Nel 1990 viene realizzata la Meridiana Orizzontale e nel 2011, dopo sei anni di costruzioni, è stato inaugurato il Labirinto, un percorso che si snoda su una superficie di 2500 metri quadrati e che accoglie 1500 esemplari di piante di Tasso.

In questi anni inoltre è stata fatta una approfondita ricerca sulla fioritura dei tulipani che colora il parco nel mese di aprile, ad oggi, con il suo milione di bulbi, è considerata la più importante del Sud Europa.

L’amore della famiglia Sigurtà nei confronti del Parco ha permesso di raggiungere risultati importanti, come i riconoscimenti di “Parco Più Bello d’Italia 2013” e di “Secondo Parco Più Bello d’Europa 2015”, “World Tulip Award 2019” e “Miglior Attrazione al Mondo 2020”.

Ogni anno, da marzo a novembre, centinaia di migliaia di visitatori di diverse nazionalità visitano il Parco per godere dell’incantevole paradiso terrestre che si è preservato nella storia e che viene mantenuto e valorizzato giorno dopo giorno.

Condividi su: